CLASSIFICAZIONE DEGLI STRUMENTI MUSICALI
Gli strumenti musicali sono apparecchi in grado di produrre suoni . Secondo la classificazione data nel 1914 da Curt Sachs ed Erich von Hornbostel basata sulla loro struttura fonica, si dividevano in 4 classi principali (idiofoni, membranofoni, cordofoni e aerofoni). Dal 1937 (data del suo “Manuale degli strumenti musicali”) Francis Galpin aggiunse una quinta classe: gli elettrofoni.

I seguenti tre link sono utili per sapere cosa è necessario dire i uno strumento musicale per fare una buona presentazione:

E qui un comodo riepilogo

 

Classifica uno strumento musicale con l’applicazione qui sotto:

Ecco le informazioni che servono per presentare lo strumento in modo completo

  1. NOME
  2. CLASSE: aerofono, cordofono, idiofono, elettrofono, membranofono
  3. SOTTOCLASSE:…ancia… corde pizzicate…suono determinato … Eecc.
  4. FAMIGLIA: LEGNI, ARCHI, STRUMENTI A TASTIERA, OTTONI, liuti a manico lungo/corto, percussioni….
  5. ESTENSIONE: registro grave, medio, acuto
  6. TIMBRO: chiaro, scuro, dolce, acido, duro, ruvido, ecc.
  7. FORMA E DIMENSIONI POSIZIONE DI STRUMENTO E MUSICISTA
    • Forma: tubo, cilindro, cono, assomiglia a….
    • È costituito da queste parti: manico, imboccatura, quante corde, quante canne, quanti tasti, ecc.
    •  Lunghezza complessiva: ….. cm Largo: …. cm Sezione: ……. cm
    • Lunghezza del tubo dello strumento (tromba, corno ecc.), o del corpo senza manico, o con il manico, o delle canne (organo) : …… cm
    • Lo strumento si tiene: in mano ,a terra, tra le ginocchia, dritto, di traverso, ecc.
    • Il musicista sta: in piedi, seduto, su uno sgabello, indifferente, dipende dal contesto (orchestra, banda in marcia, ecc.)
  8. STORIA:
    • Chi lo ha inventato: nome cognome,
    • Quando è nato: anno o periodo storico
    • Quando si è sviluppato nella forma in cui lo si usa oggi: nato nel 3000 ac ma sviluppato nella forma odierna nel medioevo
    • zona di origine: dove è nato: città, continente, zona del mondo
  9. GENERI MUSICALI: pop, jazz, rock, classica, da camera, sinfonica, (anche più di un genere)
  10. FORMAZIONI IN CUI SI UTILIZZA, solista, orchestra, band, quartetto, banda,
  11. MUSICISTI FAMOSI ECC
  12. BRANO in cui è stato utilizzato: Link youtube: con anche minuto e secondo da cui guardare

Esempi di presentazioni con diverse webapp utili a scuola dello strumento chiamato Kalimba

  • Qui potete trovare una presentazione fatta con “thinklink”
  • Qui invece una presentazione in formato “Genial.ly”
  • Qui una presentazione in  “PADLET”
1. IDIOFONI vibra il corpo dello strumento o una parte del corpo dello strumento;
2. MEMBRANOFONI vibra una membrana tesa sul corpo dello strumento;
3. CORDOFONI vibrano le corde che sono in tensione sul corpo dello strumento;
4. AEROFONI vibra l’aria all’interno dello strumento;
5. ELETTROFONI il suono è prodotto da un altoparlante mosso dall’energia di un circuito elettrico
La descrizione può definirsi completa. Per la classe degli elettrofoni, visto il continuo evolversi degli strumenti elettrici ed elettronici, bisogna fare un discorso a parte : poichè in essa vi rientrano tutte le tastiere, workstation, electronics pads e, per finire, naturalmente i computers, con tutti gli sviluppi che avvengono praticamente a livello giornaliero……
  1. IDIOFONI 
  • A SUONO DETERMINATO (note di altezza precisa)
  • A SUONO INDETERMINATO (rumori)

per gli idiofoni possimamo inoltre specificare come viene messo in vibrazione lo strumento:

  • a percussione diretta –       bastone, tuboing
  • a percussione reciproca –  castagnette, piatti, claves, crotali, nacchere
  • a percussione indiretta –    triangolo, tamburi di legno, xilofoni, litofoni
  • a percussione a struttura vascolare –      campane, gong
  • a scuotimento –        sonagli, sistri
  • a raschiamento –     guiro
  • a pizzico –      scacciapensieri, kalimba
  • a frizione –     violino di ferro, glassharmonica
  1. MEMBRANOFONI 
  • A SUONO DETERMINATO
  • A SUONO INDETERMINATO
  1. CORDOFONI 
  • a corde strofinate – (ad arco) violino viola violoncello contrabbasso
  • a corde pizzicate – arpa chitarra clavicembalo
  • a corde percosse – pianoforte
  1. AEROFONI in rari casi l’aria che vibra si trova all’esterno dello strumento
  • aerofoni ad imboccatura semplice o libera – flauto
  • aerofoni ad ancia semplice – sassofono, clarinetto
  • aerofoni ad ancia doppia – fagotto, oboe
  • aerofoni a serbatoio d’aria – fisarmonica, organetto, zampogna
  • aerofoni ad ancia labiale – tromba, corno
  1. ELETTROFONI 

alcuni strumenti si pongono a metà tra le categorie, ad esempio nella chitarra elettrica la vibrazione è della corda, ma viene amplificata elettricamente e il suono subisce trasformazioni importanti da parte del circuito elettrico.

 

Inoltre, la classificazione degli strumenti musicali può avvenire

a seconda del modo in cui vengono suonati o con cui producono il suono

 

CORDOFONI ad arco  violino

viola

violoncello

contrabbasso

a corde pizzicate arpa

chitarra

all’interno degli aerofoni troviamo gli

STRUMENTI A FIATO

legni  ottavino

flauto

oboe

corno inglese

clarinetto

fagotto

controfagotto

sassofono

ottoni tromba

flicorno

corno

trombone

basso tuba

MEMBRANOFONI ED IDIOFONI SONO PREVALENTEMENTE:

STRUMENTI A PERCUSSIONE

a suono determinato  timpano

vibrafono

xilofono

celesta

campane tubolari

a suono indeterminato triangolo

piatti

tamburello

tamburo

grancassa

tam tam

castagnette

raganella

frusta

STRUMENTI A TASTIERA pianoforte

clavicembalo

organo

STRUMENTI ELETTROFONI sintetizzatore

chitarra elettrica

organo Hammond

tastiere varie